denti,occhi,orecchie,pelo,come tenerli puliti,sani e belli

Etichette

domenica 6 marzo 2011

I denti


Il cane come succede nell’uomo,ha due tipi di dentatura,quella da latte e quella definitiva. La sostituzione della dentatura da latte con quella definitiva si completa entro il sesto mese.
I denti da latte cadono con faciltà e non ci deve preoccupare se non li si trova, perché il cucciolo li ingoia, ma è buona norma controllarne la caduta. Talvolta il cucciolo conserva, insieme ai denti definitivi, alcuni denti da latte. Per facilitarne la caduta si può farlo giocare con giochi di corda intrecciata facendolo mordere e tirandoli verso di noi. Se però entro breve tempo non cadono è bene rivolgersi al veterinario che provvederà ad estrarli prima che possano produrre una deformazione della disposizione dei denti definitivi.

Per i Cavalier King è richiesta dallo standard una chiusura a forbice dei denti,ogni deviazione è considerata un difetto.

1)   

2)
PROGNATISMO – gli incisivi inferiori superano i superiori

3)
ENOGNATISMO – la mandibola è più corta della mascella superiore
I denti, come quelli umani, sono soggetti al deposito di placca e tartaro che possono causare infiammazioni gengivali e nel tempo portare alla perdita di denti.  Per mantenere sani i denti è buona norma spazzolarli regolarmente con uno spazzolino morbido usando un dentifricio specifico per cani.
L’alimentazione influisce sulla formazione della placca batterica,i cibi umidi e morbidi la favoriscono. Un’alimentazione corretta deve essere composta da crocchette di buona qualità che obbligano il cane a masticare. Durante la masticazione l’eliminazione della placca dentale avviene per azione meccanica, infatti il cibo compie sulla superficie dentale un’azione abrasiva che rimuove ad ogni pasto  la placca batterica, evitando che questa mineralizzi trasformandosi in tartaro. Il tartaro appare come una zona di colore scuro (da arancione a marrone) sulla superficie dello smalto dentale che parte dalla gengiva e via,via si estende verso l’apice del dente.
Le conseguenze di una cattiva igiene orale con deposito di tartaro si manifestano con alitosi (cattivo odore dell’alito),gengivite,retrazione delle gengive,carie e formazioni di ascessi e in ultimo anche con la con la perdita dei denti. La diffusione dei batteri presenti nel cavo orale può inoltre,in seguito alla diffusione tramite il torrente circolatorio,produrre sia danni alle strutture confinanti come l’apparato respiratorio e l’occhio,sia diffondersi a distanza a cuore fegato e reni. Da qui l’importanza di mantenere in buono stato denti e gengive con una spazzolatura possibilmente quotidiana.
Quando i depositi di tartaro sui denti si sono consolidati non c’è altra soluzione che ricorrere alla detartrasi. E’ un’operazione di pulizia che viene fatta presso l’ambulatorio veterinario con il cane in anestesia generale,non perchè sia particolarmente dolorosa,ma allo scopo di impedirgli di muoversi.

Per notizie più dettagliate sulla detartrasi potete leggere questo PDF : 
DETARTRASI DENTALE NEL CANE


Nessun commento: